World holidays book – Diwali

WHB Diwali copertina

Partire da vicino, nello spazio e nel tempo, è il modo migliore per strutturare un percorso vivo e il meno libresco possibile. A volte però, può essere utile guardare lontano, per tornare a vedere con occhi nuovi ciò che è vicino, evitando che si perda nell’abitudine e nell’automatismo. L’esperienza di mondi e culture diverse ci aiuta a guardare con più attenzione alla nostra e a farci notare aspetti che ci erano sfuggiti. Per mantenere comunque un legame con l’esperienza diretta, sceglieremo le culture da esplorare a partire dai nessi che la vita quotidiana ci presenta: amici e parenti che abitano o lavorano lontano, vicini di casa di diversa nazionalità o religione, o anche semplicemente piatti esotici assaggiati ad una festa.

Noi abbiamo sempre dedicato ampio spazio alle feste dell’anno della nostra tradizione e siamo poi passati a considerare quelle della tradizione anglosassone nel nostro Holidays book. Abbiamo voluto ampliare il nostro sguardo a paesi lontani, con tradizioni e religioni molto differenti dalle nostre. Abbiamo scelto, nel corso dell’anno, alcune festività delle religioni induista, islamica, ebraica, buddhista, e una festa tradizionale giapponese. Per ciascuna di esse sperimenteremo ricette tipiche, decorazioni, usanze e raccoglieremo foto e dati in un semplice album che ci serva da promemoria.

La prima festività che abbiamo celebrato è stata la festa induista di Diwali, detta festa delle luci, che quest’anno cadeva il 3 novembre. Abbiamo avuto la fortuna di poter contare sui nostri amici Silvia e Igor e le loro bimbe, che hanno soggiornato a lungo in Bengala e hanno condiviso con noi la giornata di festa. È sempre molto bello quando nei nostri percorsi vengono coinvolti amici e conoscenti: tutto acquisisce vita e calore e davvero si sperimenta come per educare un bambino ci voglia un villaggio, come recita un proverbio africano. Grazie alle persone e alle loro esperienze, anche i paesi lontani possono diventare vicini e familiari, perché diventano qualcosa di vivo e reale, legato alla quotidianità da un filo che non conosce soluzioni di continuità.

Diwali celebra l’unione della dea Lakshmi con il dio Vishnu: le case vengono decorate per propiziare la visita della dea dell’abbondanza e ovunque vengono disposti lumi per rischiarare il suo cammino. Davanti alla porta di casa vengono disegnati i rangali, fatti con gessi colorati e farina di riso. Anche a casa nostra grandi e piccini hanno lavorato a un rangali coloratissimo:

Rangali

Lo abbiamo poi completato con delle lanterne da tavolo fatte con carta velina e barattoli di marmellata. Come hanno notato i bambini, gli usi ricordavano la festa di san Martino, che cade nello stesso periodo dell’anno.

Rangali con lumini

Sullo scalino si intravedono le orme, che invitano la dea ad entrare. Le abbiamo preparato anche un piccolo altare con un’immagine proveniente dall’India e regalataci dai nostri gentilissimi amici:

altare Lakshmi

La lampada è originale indiana, si riempie di olio e si utilizzano semplici stoppini che i bambini hanno preparato con un po’ di ovatta. Silvia l’ha poi accesa, nonostante il vento fortissimo:

accensione lampada

Nei giorni precedenti avevamo  letto un grazioso libro sulla festa di Diwali scritto da K. Young e illustrato da A. Godeassi, Con la testa tra le spezie, edito da Sironi Ragazzi, sul cui sito si può trovare anche una proposta di lavoro legata al racconto. Il libro descrive minuziosamente i piatti tipici della festività e ci ha davvero ingolosito, tanto che per tutto il giorno abbiamo assaggiato pakora, samosa e dahl. Per chi volesse provare i sapori indiani, nel sito Diwali celebrations si trovano numerose ricette, oltre a tutte le notizie sugli usi e sulla festa.

libro spezie

Per fissare nella memoria la bella giornata e per approfondire alcuni aspetti, abbiamo preparato il nostro album, disegnando anzitutto un mandala per la copertina, che vedete in apertura. La coloritura dei mandala, oltre ad avere un grande valore pedagogico, è un lavoro che di solito è molto apprezzato dai bambini e in rete è possibile trovarne moltissimi da stampare gratuitamente. Questo viene da Activity Village, che dedica diverse pagine alla festività, piene di idee e di modelli scaricabili.

dea Lakshmi

Dallo stesso sito viene l’immagine della dea Lakshmi da stampare e colorare. L’altra, invece, viene direttamente dall’India…

Come nell’Holidays Book, anche qui dedichiamo una pagina a spiegare quando, dove, perché e come si svolge la festa. È stato interessante notare che si tratta di una festa celebrata in base al calendario lunare, la cui data risulta quindi variabile per il nostro calendario. Il tema del diverso computo del tempo tornerà molte volte nel corso di questo progetto e sarà sicuramente oggetto di approfondimenti e osservazioni matematiche e astronomiche.

WHB Diwali 1

Nel nostro album abbiamo voluto inserire un biglietto pop-up, raffigurante una casa illuminata dalle divas, le tradizionali lucerne, davanti alla quale è stato disegnato un rangali; sullo sfondo si vedono i tradizionali fuochi d’artificio. Il modello per questo biglietto viene dal bellissimo libro di Paul Johnson, Faccio festa con i bambini del mondo, segnalatoci sempre da Silvia, in cui abbiamo trovato moltissime idee che di sicuro realizzeremo. Ecco il biglietto chiuso, con l’augurio in sanscrito di un felice Diwali

biglietto Diwali 1

… e il biglietto aperto, con la casa illuminata e decorata:

biglietto Diwali 2

Nello stesso libro abbiamo trovato delle belle figurine da colorare e completare con un cartoncino rigido per poter raccontare in un semplice teatrino la storia di Rama, la cui epopea è narrata nel Ramayana. A Diwali, infatti, si ricorda anche il suo ritorno dall’esilio e le strade vengono illuminate per festeggiare il suo passaggio. Il teatrino, anche realizzato in modo semplicissimo, con figurine di cartone, è sempre un utile complemento alla narrazione sia di storie semplici che di racconti elaborati. I grandi poemi della storia dell’umanità, dal Ramayana all’Odissea, possono essere semplificati e raccontati ai bambini consentendo loro di familiarizzarsi con le grandi fonti della cultura e dell’immaginario. È importante mantenere sempre una dimensione narrativa, evitando di perdersi in dettagli e sottigliezze, e restituendo ai bambini soprattutto le immagini potenti e archetipiche presenti in queste storie millenarie.

personaggi Ramayana

Anche Rama, Sita, Ravana e gli altri hanno trovato posto nel nostro notebook, dentro una busta riciclata e decorata con qualche ritaglio di carta colorata. Nella stessa pagina un minibook racconta l’usanza delle divas, le lucerne che vengono accese nelle case e nelle strade durante la festa.

WHB Diwali 2

La festa di Diwali costituisce anche una sorta di capodanno e i festeggiamenti si protraggono per alcuni giorni. Il quinto giorno, in particolare, è detto Bahi Dooj ed è una festa dedicata ai fratelli e alle sorelle. Il mito racconta come Krishna, dopo la battaglia con il demone Narkasur, sia stato accolto affettuosamente dalla sorella Subhadra con dolci, fiori e con la realizzazione di una tika sulla sua fronte. Per ricordare questo episodio, le sorelle cucinano ai fratelli i loro piatti preferiti e disegnano sulla loro fronte la tika come segno di augurio di lunga vita. I fratelli ricambiano con un dono. Anche noi abbiamo voluto osservare l’uso e registrare quanto abbiamo fatto nel nostro World holidays book. Nel sito di Activity Village, oltre ai disegni da colorare, trovate altre informazioni e idee per la festa.

WHB Bhai Dooj

Un bellissimo blog da cui attingere idee e spunti per la festa di Diwali e per un intero percorso attraverso le feste delle altre religioni è Feste di luce, della bravissima Astrid Hulsebosch. Una vera miniera di idee.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...